Sicurezza, reato di prostituzione: frenata del ministro Maroni

Sicurezza, reato di prostituzione: frenata del ministro Maroni

Sicurezza, reato di prostituzione: frenata del ministro Maroni

"Chiedero' ai presidenti delle commissioni di togliere l'emendamento sulla prostituzione dal decreto e di inserirlo nel disegno di legge, per poter avanzare una proposta piu' articolata e completa che non sia solo repressiva". Ad annunciarlo e' il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, a conclusione dell'incontro operativo che si e' svolto oggi a Parma insieme ai 21 sottoscrittori della Carta dei sindaci per la sicurezza. Maroni ha anche invocato più poteri per i sindaci.

"Occorre dare una risposta più rapida ed efficace alla domanda di sicurezza che viene da tutti i cittadini - ha dichiarato il titolare del Viminale -. È intenzione del governo dare una risposta di sistema e non emergenziale, dando ai sindaci più poteri e più risorse: le responsabilità, ma anche i mezzi per affrontarle".

"Intendo recepire nei provvedimenti legislativi del pacchetto sicurezza le proposte dei sindaci perche' provengono da chi ha esperienza sul campo e riceve ogni giorno le richieste dei cittadini", ha spiegato il ministro dopo l'incontro con i primi cittadini.

Il ministro leghista ha poi promesso l'avvento di una "nuova stagione" nel rapporto con i sindaci "non solo sul tema della sicurezza ma su tutti gli altri argomenti che riguardano il rapporto tra governo e Comuni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -