Siria, riesplode la tensione. La polizia spara sui manifestanti

Siria, riesplode la tensione. La polizia spara sui manifestanti

Il presidente siriano Bashar al Assad

DAMASCO - E' nuovamente riesplosa la situazione in Siria. A Daraa, epicentro della protesta contro il regime di Bashar al Assad iniziata due settimane fa, la polizia ha aperto il fuoco contro i dimostranti che stavano convergendo verso la piazza principale intonando slogan come "Vogliamo dignità e libertà" e "No alle leggi speciali". La manifestazione indetta per chiedere l'abrogazione della legge d'emergenza in vigore nel paese dal 1963. La notizia è stata smentita dal regime.

 

Da tre giorni viene a più riprese annunciato un discorso di Assad. In attesa del discorso alla nazionale, il Parlamento siriano ha chiesto ad Assad di andare in aula a spiegare il suo programma di riforme democratiche, che si è impegnato ad attuare, e ha osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime delle manifestazioni di questi giorni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -