Smettere di fumare aumenta il rischio diabete

Smettere di fumare aumenta il rischio diabete

Smettere di fumare aumenta il rischio diabete

LONDRA - Gli ex fumatori corrono il 70% dei rischi in più di diventare diabetici rispetto a chi non fuma. E' questo l'esito dello studio compiuto dai ricercatori dell'istituto inglese John Jopkins e pubblicato su The Annals of Internal Medicine. Secondo quanto emerso dalla ricerca, chi smette con il vizio di accendere una ‘bionda' tende a trovare rapidamente un sostituto, il cibo. E mangiando troppo, soprattutto dolci, si corre il rischio di contrarre il diabete di tipo due.

 

Gli scienziati hanno evidenziato che questo non significa che non si deve smettere di fumare, anzi. La ricerca, basata su 10.892 adulti di mezza età seguiti per circa 17 anni, ha permesso di scoprire che il rischio di sviluppare diabete di tipo due è più alto nei primi tre anni dopo lo stop al fumo. Circa l'1,8% di chi ha smesso ha sviluppato il diabete ogni anno, durante questa fase.

 

Mentre se non lo si sviluppa fino a 10 anni dopo aver smesso di fumare, i rischi di diabete tornano nella norma. Chi continua a fumare, al contrario, ha un rischio di diabete maggiore del 30% rispetto ai non fumatori. Il diabete di tipo due, se non trattato, può provocare malattie gravi, e complicanze come cecità, insufficienza renale e danni al sistema nervoso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -