Sos nucleare a Fukushima, "possibile fuoriuscita di plutonio"

Sos nucleare a Fukushima, "possibile fuoriuscita di plutonio"

Sos nucleare a Fukushima, "possibile fuoriuscita di plutonio"

Il governo giapponese è ancora in stato di massima allerta, dopo diciotto giorni dal terribile terremoto che ha messo in ginocchio il Paese. L'attenzione è incentrata soprattutto sulla possibile fuoriuscita di plutonio dalla centrale di Fukushima. La radioattività del reattore numero 2 è quattro volte il livello massimo annuale permesso in condizioni di emergenza. E' previsto a giorni l'arrivo di due esperti dell'Areva, colosso francese dell'energia nucleare.

 

Martedì mattina il portavoce del governo, Yuko Edano, dopo aver confermato la presenza di plutonio nelle zone limitrofe all'impianto di Fukushima, seppur a livelli ancora bassi, ha stabilito più controlli. Il capo di Gabinetto ha però scongiurato la possibilità di rischi immediati per la popolazione. Grave è stato il riscontro da parte della Tepco, l'azienda che gestisce l'impianto, di acqua altamente radioattiva, che potrebbe riversarsi nell'ambiente.

 

Intanto la terra continua a tremare. Una scossa di magnitudo 6.5 è stata rilevata al largo delle coste nordorientali del Giappone. Il sisma sarebbe stato una replica di quello dell'11 marzo, siccome si è scaturito nella stessa regione dell'Oceano Pacifico. Per fortuna però non sono state rese note notizie di vittime o danni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -