Spagna, sangue sul voto. L'Eta uccide ex assessore Psoe

Spagna, sangue sul voto. L'Eta uccide ex assessore Psoe

Sangue a due giorni dalle elezioni politiche in Spagna. Isaias Carrasco, un ex assessore 42enne del partito socialista, è stato assassinato con tre colpi di pistola al petto davanti agli occhi di moglie e figlia. L’agguato, secondo fonti socialiste, citate dalla radio Cadena Ser, è stato compiuto venerdì fuori la sua abitazione a Mondragon e sarebbe opera dell'Eta. Dura condanna del ministro della Difesa Josè Antonio Alonso che ha accusato l'Eta del “crimine bestiale”.


Josè Luis Zapatero durante un comizio a Malaga nella giornata di chiusura della campagna elettorale, appresa la notizia, si è messo subito in contatto con il ministro dell'Interno, Alfredo Perez Rubalcaba. Dopodiché è rientrato a Madrid per seguire gli sviluppi della vicenda.


Psoe: “Eta non ostacolerà libera volontà espressione in elezioni”. Il gruppo dei separatisti baschi dell'Eta non riuscirà a ostacolare "la libera espressione degli spagnoli" alle elezioni. Lo ha detto Diego Lopez Garrido, portavoce del gruppo socialista alla Camera dei Deputati, subito dopo l'attentato che ha ucciso l'ex consigliere comunale del Psoe Isaias Carrasco, sottolineando che "e' il momento di ribadire ancora una volta che i terroristi non riusciranno mai a piegare la il libero voto degli spagnoli che verra' espresso domenica prossima".

Foto tratta da Corriere.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -