Strage di Kabul, Frattini: ''La missione va cambiata''

Strage di Kabul, Frattini: ''La missione va cambiata''

Strage di Kabul, Frattini: ''La missione va cambiata''

ROMA - "Va cambiata la visione generale della missione" italiana ed internazionale in Afghanistan. E' quanto sostiene, in un'intervista rilasciata al "Corriere della Sera", il ministro degli Esteri Franco Frattini. "Occorre moltiplicare il 'metodo Italia', approc­cio che abbina sicurezza e grande profes­sionalità con l'attenzione alla gente che soffre, alla ricostruzione", ha affermato. La missione "deve considerare sempre più la sicu­rezza come il mezzo indispensabile".

 

"Non come il fine in sé, e concentrarsi invece sui risultati visibili e positivi per il popo­lo che purtroppo non ci sono - ha aggiunto -. Sono quel­li la precondizione per evitare che i civili non tollerino, nella migliore delle ipote­si, o non coprano, nella peggiore, l'orga­nizzazione degli attentati".

 

Anche in vista di questi obbiettivi Frattini ha rilanciato l'idea di tenere a Kabul, nel 2010, una conferenza internazionale sul futuro dell`Afghanistan. "Se ci riunissimo lì in 35, 40 ministri degli Esteri, sui 42 Paesi che partecipano alla missione dell`Onu, sarebbe un segnale politico".

 

Frattini fa anche alcune proposte per dare una svolta alla missione internazionale: "Realizzare in Afghanistan opere pubbliche entro determinati tempi. Anche se avessimo 30 mila soldati in più, non basterebbero. Di certo per conquistare la fiducia degli afghani sono più utili 30mila scuole che centomila soldati aggiuntivi. E significa rimanere. Non exit strategy, non andar via".

 

Sulle parole del ministro Umberto Bossi, che ha dichia­rato che sarebbe meglio riportare tutti a casa i soldati, Frattini ha risposto di non crederlo "perché i talebani e i ter­roristi sanno che un attentato come quel­lo compiuto sta realizzando ciò che for­se avremmo sempre desiderato nella po­litica internazionale: una grande coesio­ne intorno ai nostri soldati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -