Strage in Russia, deraglia treno: 25 morti. L'ombra del terrorismo

Strage in Russia, deraglia treno: 25 morti. L'ombra del terrorismo

Strage in Russia, deraglia treno: 25 morti. L'ombra del terrorismo

MOSCA - C'è l'ombra del terrorismo dietro al tragico deragliamento del Nievski Express Mosca-San Pietroburgo, verificatosi venerdì sera in Russia, costato la vita ad almeno 25 persone. Una delle cause prese in considerazione è quella di un'esplosione visto che, come ha dichiarato una fonte degli organi di polizia citata dall'agenzia Interfax: "vicino alla ferrovia è stata trovata una buca del diametro di un metro, e testimoni dicono di aver udito un'esplosione".

 

Un sedicente gruppo di un movimento di destra ultranazionalista, 'Combat 18', avrebbe rivendicato la responsabilità del disastro. Per ora gli investigatori non hanno commentato. 'Combat 18' aveva rivendicato via internet anche l'esplosivo ritrovato il 14 novembre scorso in un vagone della metro di San Pietroburgo. Secondo gli investigatori, si trattava di falso esplosivo.

 

I feriti sono 96, tra cui anche un italiano che risulta ricoverato all'ospedale di Borogoie, nella regione di Tver. Sono 19 i dispersi: secondo alcune persone che si trovavano sul Nievski, sarebbero saliti a bordo di un treno che passava in direzione opposta, sulla linea San Pietroburgo-Samara. Sul treno viaggiavano 661 passeggeri e 20 tra macchinisti e addetti ai vagoni letto.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -