Suu Kyi libera a novembre

Suu Kyi libera a novembre

Suu Kyi libera a novembre

RANGOON - Aung San Suu Kyi, la leader democratica birmana attualmente agli arresti domiciliari dove sta scontando una condanna di 18 mesi ai domiciliari per aver incontrato un cittadino americano che era entrato illegalmente nella sua residenza, sarà liberata dopo le elezioni del prossimo mese di novembre. La giunta militare ha già fissato la data del rilascio, il 13 novembre, una settimana dopo le prime elezioni libere nel Myanmar degli ultimi vent'anni.

 

Il partito di Aung San Suu Kyi, la lega nazionale per la democrazia (Ldn), che vinse l'ultima consultazione nel 1990, è stato sciolto prima dello scrutinio. Suu Kyi sarà costretta a rimanere a casa per evitare contatti con i suoi sostenitori e gli oppositori all'attuale governo. Per la leader democratica, infatti, le autorità locali starebbero pensando ad un voto anticipato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -