Tagli sulla manovra, aspro botta e risposta tra Gasparri e Napolitano

Tagli sulla manovra, aspro botta e risposta tra Gasparri e Napolitano

Tagli sulla manovra, aspro botta e risposta tra Gasparri e Napolitano

ROMA - I tagli sulla manovra Finanziaria sono all'origine di un botta e risposta a distanza tra il capogruppo del Pdl a Senato, Maurizio Gasparri, e il capo dello stato, Giorgio Napolitano. "Tutti dicono non bisogna fare tagli - ha premesso Gasparri -. Anche il presidente della Repubblica partecipa a questo esercizio ma esternare è facile, mentre governare i conti e tenere ferma la spesa è difficile". Non si è fatta attendere la replica dal Quirinale attraverso una nota.

 

"Diversamente da quanto affermato dal senatore Maurizio Gasparri - si legge nella nota del Colle - il presidente della Repubblica non ha mai sostenuto che "non bisogna fare tagli" alla spesa pubblica partecipando a "questo esercizio"". Nessun "no" ai tagli, dunque, da parte di Napolitano, ma piuttosto "un invito (in termini generali e senza entrare nel merito della legge finanziaria in discussione in Parlamento) a un'assunzione di responsabilità nel fare delle scelte e stabilire delle priorità, fermo restando che di fronte a una rischiosa situazione finanziaria come quella attuale sul piano internazionale si deve rispondere con "un contenimento della spesa pubblica"".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -