Teheran, tentato assalto all'ambasciata italiana

Teheran, tentato assalto all'ambasciata italiana

Disordini in Iran, foto di repertorio

TEHERAN - Assalti all'ambasciate europee a Teheran. Decine di basiji, la milizia paramilitare iraniana, travestiti da civili, hanno tentato un'azione contro l'ambasciata italiana a colpi di pietre e al grido di "Morte all'Italia, morte a Berlusconi". Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, intervenendo ad un'audizione in commissione al Senato, ha spiegato che l'intervento della polizia iraniana ha "scongiurato l'assalto vero e proprio" e che "non ci sono danni seri".

 

Frattini ha quindi annunciato di aver dato disposizione al nostro ambasciatore a Teheran, Alberto Bradanini, di non partecipare alle cerimonie di giovedì in occasione del 31mo anniversario della Repubblica islamica. Il tentato assalto è avvenuto a pochi giorni dal duro attacco contro Teheran del premier Silvio Berlusconi in vista in Israele.

 

Il ministero degli Esteri ha poi annunciato che è in atto "una consultazione europea per capire se vi sarà una sorta di osservazione diplomatica da parte delle cancelliere europea, ma credo che quello che è stato deciso dall'Italia sarà condiviso da altri Paesi, come Germania e Gran Bretagna".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -