Tensione in Siria, il Kuwait e il Bahrein ritirano l'ambasciatore

Tensione in Siria, il Kuwait e il Bahrein ritirano l'ambasciatore

Tensione in Siria, il Kuwait e il Bahrein ritirano l'ambasciatore

Continua la presa di posizione dei Paesi arabi contro la violenza del regime di Assad in Siria all'indomani delle violenze nella città orientale di Deir Al-Zor con oltre 50 vittime. Il Kuwait e il Bahrein hanno ritirato il loro ambasciatore e al-Azhar, la massima autorità teologica sunnita al Cairo, ha chiesto di mettere fine allo "spargimento di sangue". "Al-Azhar ha pazientato a lungo ed evitato di parlare della situazione in Siria per la sua sensibilità", ha dichiarato l'imam.

 

Ma la "situazione ha passato ogni limite e non c'è altra soluzione che mettere fine a questa tragedia araba e islamica", aggiunge. Domenica anche il re saudita Abdullah aveva richiamato il suo ambasciatore a Damasco. I ministri degli Esteri dei Paesi del Golfo si incontreranno il prima possibile per discutere delle violenze contro i manifestanti siriani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -