Terremoto in Giappone, 6mila morti. Corpi spiaggiati

Terremoto in Giappone, 6mila morti. Corpi spiaggiati

Terremoto in Giappone, 6mila morti. Corpi spiaggiati

TOKYO - Sale a 6000 il bilancio dei morti e dispersi del terremoto di magnitudo 9.0 Richter e del successivo tsunami che ha sconvolto venerdì scorso il Giappone nord orientale. Altri mille corpi sono stati restituiti dall'acqua dell'Oceano Pacifico nelle spiagge nella penisola di Oshika. Sono oltre 500mila gli sfollati. Intanto l'ambasciatore italiano a Tokyo, Vincenzo Petrone, ha assicurato che i 29 italiani che si trovavano in Giappone sono stati identificati e stanno bene.

 

Le attenzioni sono puntate sui rischi di una contaminazione radioattiva su vasta scala dopo gli incidenti agli impianti di Fukushima. Le stesse autorità nipponiche hanno chiesto ufficialmente aiuto agli esperti dell'Aiea, l'agenzia atomica internazionale, per fronteggiare la crisi nucleare. La Nuclear Regulatory Commission americana ha reso noto che il governo di Tokyo ha chiesto formalmente anche l'aiuto degli Stati Uniti per raffreddare i reattori nucleari danneggiati.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei tre reattori della centrale nucleare di Fukushima 1 attivi al momento del terremoto si sta tentando l'impossibile per raffreddare il nocciolo ed evitare il surriscaldamento che porta inevitabilmente alla fusione del combustibile. Nelle altre due centrali che domenica destavano preoccupazione, Onagawa e Tokai, sono stati rimessi in funzione gli impianti di raffreddamento. I giapponesi dovranno fare i conti con elettricità razionata e blackout programmati fino a fine aprile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -