Terremoto in Giappone, barre scoperte in tre reattori a Fukushima

Terremoto in Giappone, barre scoperte in tre reattori a Fukushima

Terremoto in Giappone, barre scoperte in tre reattori a Fukushima

TOKYO - In tutte e tre i reattori della centrale nucleare di Fukushima 1, danneggiata dal terremoto di venerdì scosso di magnitudo 9.0 Richter che ha sconvolto il Giappone nord orientale, le barre di combustibile sono rimaste scoperte, ovvero non interamente sommerse dall'acqua di raffreddamento. Lo ha reso noto la Tepco (Tokyo Electric Power), la società che gestisce l'impianto. I reattori numero 1 e 3 della centrale sono state interessate da due esplosioni di idrogeno.

 

Questo, hanno spiegato gli esperti, inducono a ritenere che anche le barre di combustibile siano rimaste scoperte per un periodo sufficientemente prolungato da innescare la reazione metallo-acqua, con conseguente produzione di idrogeno. I reattori nucleari deve esser garantita la presenza di un livello d'acqua sufficiente per coprire interamente gli elementi di combustibile. Altrimenti il calore che si genera nel combustibile può causare la produzione di idrogeno.

 

Si innescherebbe così il danneggiamento delle barre, con la conseguente fuoriuscita di isotopi radioattivi nell'acqua di raffreddamento, e la fusione del combustibile. Intanto Ykio Edano, portavoce del governo giapponese, ha assicurato che alla centrale nucleare di Fukushima "i reattori 1 e 3 sono stabili". Quanto al reattore 2 "quello che so è che per evitare l'esplosione sono stati praticati dei fori alla struttura" che ospita il reattore per "permettere la fuoriuscita di idrogeno".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Edano ha garantito che "si sta lavorando per raffreddare il reattore 2. IUl livello di radiazioni attorno alla centrale è tollerabile per gli esseri umani". Un dipendente intanto è rimasto contaminato in seguito all'esplosione al reattore numero 3. I tecnici della centrale hanno nel frattempo cominciato a pompare acqua sulle barre esposte del reattore 2 della centrale 1 per cercare di raffreddarle.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -