Terremoto in Giappone, nuova esplosione alla centrale di Fukushima

Terremoto in Giappone, nuova esplosione alla centrale di Fukushima

Terremoto in Giappone, nuova esplosione alla centrale di Fukushima

TOKYO - Non smette di tremare la terra in Giappone, già martoriato dal devastante terremoto di magnitudo 9.0 Richter e dal successivo tsunami. Una nuova scossa di magnitudo 5.8 è stata localizzato in mare, 150 chilometri a nord-est di Tokyo, al largo della prefettura di Ibaraki. Il bilancio provvisorio, fornito dalla polizia, è di oltre 5mila tra morti e dispersi. Ma si teme che le vittime siano almeno 10mila. Ed allarme all'impianto nucleare di Fukushima.

 

Lunedì si è verificata un'esplosione alla centrale numero 1, già danneggiata dal terremoto di venerdì. Questa volta ha interessato il reattore numero 3, mentre al reattore 2 è entrato in avaria l'impianto di raffreddamento. Gli scoppi, avvenuti alle 11 (le 3 in Italia) sono stati provocati dall'idrogeno e sette persone sono date per disperse, tra cui sei soldati. La nuova esplosione non ha danneggiato la vasca di contenimento del reattore.

 

Il livello dell' acqua nel rettore 2 sta scendendo e le barre di uranio che contiene potrebbero presto essere scoperte. Il portavoce del governo di Tokyo, Yukio Edano, ha aggiunto che i tecnici dell' impianto sono pronti a iniettare acqua marina nel sistema di raffreddamento del reattore. Intanto il livello di radiazioni nell'unità 3 si attestava a 10,65 microsievert, di gran lunga al di sotto dei 500 microsievert per i quali il gestore sarebbe obbligato per legge a riferire al governo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' emerso inoltre che 'equipaggio della portaerei Usa, Ronald Reagan, in missione umanitaria in Giappone, è stato esposto alle radiazioni e ha ricevuto in un'ora i valori di solito assorbiti in un mese. La portaerei ha attraversato la nube radioattiva provocata dai reattori nucleari danneggiati di Fukushima, mentre si avvicinava alle coste giapponesi per portare aiuto alla popolazione colpita dal terremoto. La Settima Flotta americana ha fatto allontanare le proprie navi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -