Terremoto in Giappone, oltre 6.400 tra morti e dispersi

Terremoto in Giappone, oltre 6.400 tra morti e dispersi

Terremoto in Giappone, oltre 6.400 tra morti e dispersi

TOKYO - Oltre 6.400 tra morti e dispersi. E' questo il bilancio, ancora provvisorio, del terribile terremoto di magnitudo 9.0 della scala Richter e del successivo tsunami che venerdì scorso ha sconvolto il Giappone nord-orientale. Il dipartimento di polizia ha comunicato martedì che i morti accertati tra Tokyo ed altre undici prefetture sono 2.722 mentre i dispersi riconosciuti sono 3.742. Sono anche registrati in 15 prefetture più Tokyo 1.892 feriti.

 

La distruzione seminata dallo tsunami fa ritenere che il conto finale sarà di decine di migliaia di vittime. La polizia ha aggiunto che migliaia di sopravvissuti non sono ancora stati raggiunti dai soccorsi. Tra le più colpite dall'onda anomala di oltre 10 metri c'è Sendai. Lo tsunami ha cancellato l'aeroporto locale. "La catastrofe è andata al di là di quanto potessimo prevedere", ha raccontato ai giornalisti il sindaco di Sendai, Emiko Okuyama.

 

Cresce l'allarme nucleare. Il premier nipponico Naoto Kan ha annunciato l'esplosione di un altro reattore di Fukushima, già danneggiata nella deflagrazione di sabato, che ha provocato una fuoriuscita radioattiva che ha fatto salire il livello ben oltre la norma a livello nocivo. Agli abitanti nel raggio di 30km è stato chiesto di rimanere in casa. Ma il terrore si sta diffondendo in tutta la nazione nonostante le autorità dichiarino che il livello delle radiazioni non sia dannoso per l'uomo.

 

Il  personale non necessario è stato evacuato dalla Centrale. La nube si sta spostando verso sud- sudest e potrebbe raggiungere la capitale che si sta preparando ad un mega piano di evacuazione. Livelli di radioattivitità nove volte superiori alla norma sono stati registrati nella prefettura di Kanagawa, a ovest di Tokyo, il cui capoluogo Yokohama è situato appena 35 chilometri a sud della capitale giapponese.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ambasciatore italiano a Tokyo, Vincenzo Petrone, ha consigliato i connazionali presenti ad Osaka ed in altre città del Giappone di rientrare in Italia. Secondo il diplomatico c'è "il rischio di contaminazione". La Farnesina ha sconsigliato viaggi in Giappone. Da evitare, ha avvertito la Farnesina, le zone del nord-est del Paese. Ai connazionali che si trovano già nel Sol Levante, è stato raccomandato di segnalare la propria presenza all'ambasciata d'Italia a Tokyo o al consolato generale a Osaka.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -