Terremoto in Nuova Zelanda, 75 le vittime Oltre 300 i dispersi

Terremoto in Nuova Zelanda, 75 le vittime Oltre 300 i dispersi

Terremoto in Nuova Zelanda, 75 le vittime Oltre 300 i dispersi

ROMA - E' salito a 75 il numero delle vittime causato dal terremoto che ha colpito lunedì Christchurch, in nuova Zelanda. Il bilancio è destinato purtroppo a salire: si contano infatti oltre 300 dispersi. Il primo ministro neozelandese, John Key, ha decretato lo stato di emergenza nazionale, assicurando ai cittadini di Christchurch che l'intero Paese è con loro e non li abbandonerà. I soccorritori, affiancati dai militari, sono impegnati a cercare i dispersi.

 

Gran parte della città è ancora senza acqua e senza luce. E nel frattempo continuano le scosse di assestamento. Da lunedì se ne sono contate 110. La scossa devastante è stata di magnitudo 6.3 della scala Richter. Il sisma è stato più distruttivo di quello di 7,1 gradi verificatosi il 4 settembre scorso perché si è verificato a soli quattro chilometri di profondità. Anche il papa Benedetto XVI ha espresso il proprio cordoglio per le vittime.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In un telegramma indirizzato al vescovo di Christchurch, Barry Jones, a firma del cardinale segretario di Stato, Tarcisio Bertone, il Pontefice si è detto addolorato per la devastazione e la perdita di tante vite umane ed esprime vicinanza a quanti sono stati colpiti da questa tragedia e piangono i propri cari. Affidando le vittime ''all'amore misericordioso di Dio'', il Papa assicura alla popolazione di Christchurch e alla nazione neozelandese le sue preghiere.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -