Terribile sisma in Cile, centinaia di vittime. Paura tsunami

Terribile sisma in Cile, centinaia di vittime. Paura tsunami

Terribile sisma in Cile, centinaia di vittime. Paura tsunami

SANTIAGO - Ore 3.34 di sabato: la natura mette in ginocchio il Cile. Una violentissima scossa di terremoto di magnitudo 8,8 gradi della scala Richter, ad una profondità di 55 chilometri e con epicentro a 115 chilometri da Concepcion e 325 da Santiago del Cile, ha colpito le regioni centrali del Cile. Il bilancio ufficiale, ancora del tutto provvisorio, è di 214 morti. La maggior parte delle vittime si registra nelle regioni di O'Higgins, Maule e Bio Bio.

 

Sono circa un milione e mezzo le case danneggiate, in tutto il Cile, un terzo delle quali in modo grave. I senzatetto sono circa 400 mila. Fabrizio Romano, capo dell'unità di crisi della Farnesina, a Sky Tg24 ha dichiarato che "al momento non si registrano vittime italiane". Quindi ha precisato che si tratta di "un dato provvisorio, che richiede verifiche continue". In tutto il Cile, ha aggiunto, si trovano in questo momento circa "50mila italiani, 500 solo a Concepcion".

 

Alla scossa principale ne sono susseguite un'altra cinquantina, nessuna delle quali inferiore alla magnitudo 5, e tutte lungo una linea di circa 500 chilometri. Subito è scattato l'allarme tsunami nell'Oceano Pacifico: la forza del maremoto si esaurirà intorno al Giappone con onde alte pochi centimetri. Onde alte più di due metri hanno già raggiunto già nel primo pomeriggio la costa cilena nelle città di Talcahuano, Valparaiso e Coquimbo provocando ingenti danni.

 

Poco prima delle 23 (ora italiana) lo tsunami ha raggiunto le Hawaii. Fortunatamente le ondate sono state meno forti del temuto. L'acqua ha cominciato a ritirarsi nella baia di Hilo. Tanta paura ma situazione relativamente tranquilla sull'isola di Pasqua, 3.600 km dalla costa pacifica del Cile. Sulla base dei primi dati preliminari pervenuti, l'onda di maremoto che ha colpito le coste dell'isola, già evacuata, avrebbe registrato un'altezza media di 30 centimetri.

 

Onde non molto forti lungo le coste dell'Australia, mentre l'arcipelago delle Marchesi, nella Polinesia francese, nel centro-sud del Pacifico, è stato raggiunto da ondate di circa due metri d'altezza che hanno provocato qualche danno materiale. Onde di qualche decina di centimetri su Tahiti e Moorea e anche sulle coste della Nuova Zelanda. Allagata Pago Plaza, nelle Samoa americane. Allarme anche in Giappone, dove venerdì si era registrata una scossa di terremoto pari a 7 gradi della scala Richter.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -