Terrorismo, Oreste Scalzone: ''Io al Governo? Non ci tengo''

Terrorismo, Oreste Scalzone: ''Io al Governo? Non ci tengo''

ROMA – Dopo la prescrizione dei reati per il quale era stato condannato a 16 anni, associazione sovversiva, banda armata e rapine, l’ ex leader di Potere operaio e di Autonomia operaia, Oreste Scalzone, è atteso di ritorno in Italia dopo una lunga latitanza in Francia.

All’agenzia Ansa ha dichiarato che non ha intenzione di entrare nel Governo: "Non credo che me lo offrano e non ci tengo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oreste Scalzone, nato nel 1947 a Terni, fondò nel 1969 con Franco Piperno e Toni Negri il Potere Operaio.
Il 7 aprile del 1979 fu coinvolto nell'inchiesta padovana che portò in carcere vari esponenti di Autonomia Operaia, tra cui Toni Negri ed Emilio Vesce, per reati associativi di insurrezione e banda armata. Nel 1978 fu condannato. Nel 1981, dopo un periodo di detenzione, espatriò in Francia grazie all'aiuto dell'attore Gian Maria Volontè.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -