Torna l'incubo tsunami in Indonesia, oltre cento morti e 500 dispersi

Torna l'incubo tsunami in Indonesia, oltre cento morti e 500 dispersi

Torna l'incubo tsunami in Indonesia, oltre cento morti e 500 dispersi

ROMA - E' di oltre cento morti e più di cinquecento dispersi (tra cui otto surfisti australiani) il bilancio dello tsunami generatosi dopo la scossa di terremoto di 7,7 gradi Richter che lunedì ha colpito l'arcipelago delle Mentawai al largo di Sumatra. Nelle isole Pagai e Sibigau le onde hanno raggiunto un'altezza di oltre tre metri e sono entrate per 600 metri nell'entroterra. Circa in tremila sono riusciti a trovare rifugio nei campi di emergenza.

 

A Betu Monga sono state trovate solo 40 delle 200 persone disperse. In prevalenza si tratta di donne e bambini. Nel dicembre 2004, un terremoto di magnitudo oltre i 9 gradi Richter al largo di Sumatra causò un gigantesco tsunami che uccise almeno 226.000 persone. Da martedì è entrato in eruzione anche il vulcano Merapi a Giava. Sono una ventina di feriti a causa delle ceneri incandescenti che ricadono nella zona circostante. Sono circa ventimila le persone evacuate nelle ultime 24 ore.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -