Tragedia a Tenerife, muoiono sei speleologi in una grotta: uno è italiano

Tragedia a Tenerife, muoiono sei speleologi in una grotta: uno è italiano

MADRID – Sei speleologi, cinque di nazionalità spagnola ed uno italiana sono morti intossicati dai gas naturali dopo esser rimasti intrappolati in una caverna di Los Silos, a Tenerife, a circa 700 metri sotto terra. I sei facevano parte di un gruppo di ricercatori spagnoli e stranieri dell'Istituto Astrofisico delle Canarie e membri dell'associazione Tinerfena degli amici della natura.


Tra i cinque spagnoli morti, una donna di 24 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Farnesina ha confermato la morte dell’italiano. Si tratta del 29enne Maurizio Panniello che lavorava presso l’Istituto Astrofisico de Canarias (Iac) di Laguna. Da anni si era trasferito a Tenerife assieme alla famiglia.


I corpi dei sei sono stati recuperati dal personale del servizio emergenza delle Canarie che ha tratto in salvo altri speleologi rimasti intrappolati. Cinque sono in condizioni gravi mentre per una donna la situazione è critica.

Il gruppo si era calato con un montacarichi nelle gallerie scavate due secoli fa nella zona di 'Los Cochinos', sulla montagna di Teide, alla ricerca dell'acqua. Molto probabilmente è stata presa una direzione sbagliata che li ha condotti in un’aerea satura di gas.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -