Tragedia in un night russo, 102 morti a Perm

Tragedia in un night russo, 102 morti a Perm

MOSCA - Ha ucciso 102 persone e provocato 134 feriti l'incendio divampato venerdì sera in un night club a Perm, negli Urali. La causa della tragedia è da attribuire ad una serie di esplosioni l'esplosione a catena dovute alla presenza di un ingente quantitativo di fuochi artificiali che si trovavano all'interno. In quel momento era in corso una festa. Le forze dell'ordine hanno fermato due persone sospettate di violazione delle norme di sicurezza.

 

Si tratta di uno dei proprietari e della direttrice del locale, rei di aver consentito l'introduzione e l'utilizzo di potenti e pericolosi fuochi d'artificio. Il primo ha respinto ogni addebito, spiegando di aver concesso in affitto il legale e di non aver nulla a che fare con la sciagura. Vladimir Markin, rappresentante della procura generale russa, ha subito detto che si è trattato di un incidente dovuto a imprudenza e negligenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -