Trattato di Lisbona: ''No Irlanda doccia fredda, ma Europa va avanti''

Trattato di Lisbona: ''No Irlanda doccia fredda, ma Europa va avanti''

Trattato di Lisbona: ''No Irlanda doccia fredda, ma Europa va avanti''

Il 'no' irlandese al Trattato di Lisbona "è stata una doccia fredda, ma l'Unione europea non si ferma". E' il commento del ministro degli Esteri Franco Frattini sull'esito del referendum irlandese, subito prima di partecipare al Consiglio affari generali e Relazioni esterne che riunisce a Lussemburgo i ministri degli Esteri dei Ventisette. Frattini ha sottolineato che il processo di ratifica parlamentare del Trattato deve proseguire, ma che non si può ignorare quanto accaduto in Irlanda.

 

Il ministro degli Esteri ha spiegato che in "Irlanda c'è stata una grande mancanza di informazione su quello che l'Unione europea può fare per risolvere i problemi dei cittadini in settori estremamente importanti come l'energia e il clima. Ma bisogna comunicare, perché sennò passa l'idea di un'Unione europea come apparato burocratico".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frattini ha anche parlato del programma nucleare iraniano. "Noi non parliamo di partecipare o no al 5+1 - ha dichiarato il ministro -. Vogliamo che l'Iran fermi il suo programma nucleare, non vogliamo che l'Iran vada avanti con il programma di arricchimento dell'uranio".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -