Tripoli, forti esplosioni: fumo dal compound di Gheddafi

Tripoli, forti esplosioni: fumo dal compound di Gheddafi

Tripoli, forti esplosioni: fumo dal compound di Gheddafi

TRIPOLI - Serie di forti esplosioni martedì a Tripoli. Dopo la prima esplosione, probabilmente a seguito di un raid aereo della Nato, i testimoni sul posto hanno riferito di averne sentite almeno altre tre. Le detonazioni hanno scosso l'albergo, dove sono ospitati i giornalisti stranieri accreditati, che si trova a qualche centinaio di metri dalla residenza di Gheddafi. Un altro raid sulla capitale libica si era già registrato durante la notte.

 

Secondo la tv libica gli aerei Nato avevano colpito il quartiere di Al Karama poco prima della mezzanotte. Nel frattempo è arrivato a Bengasi l'inviato speciale del Cremlino, Mikhail Margelov. Si tratta dela prima visita di un responsabile russo nella roccaforte dei ribelli oltre tre mesi dopo l'inizio della sommossa contro il regime.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -