Ucciso l'interprete di Daniele Mastrogiacomo, la condanna di Prodi

Ucciso l'interprete di Daniele Mastrogiacomo, la condanna di Prodi

ROMA – Alle 12.35 ore i Talebani hanno decapitato l’interprete afgano Ajmal Naqshbandi, rapito lo scorso 5 marzo assieme all’inviato di ‘’Repubblica’’ Daniele Mastrogiacomo. A comunicarlo è stato Shoabuddin Atal, un portavoce del capo militari dei Talebani nel sud dell’Afghanistan, il mullah Dadullah.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia dell’esecuzione è stata diffusa prima a France Press e all’agenzia di stampa Reuters.


Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha deprecato ‘’con ogni forza questo delitto assurdo" aggiungendo: ‘’E' inconcepibile che questo sia avvenuto". Anche le Nazioni Unite e la Casa Bianca hanno condannato il barbaro episodio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -