Università, passa la riforma Gelmini. Fuori Montecitorio il caos

Università, passa la riforma Gelmini. Fuori Montecitorio il caos

Università, passa la riforma Gelmini. Fuori Montecitorio il caos

ROMA - Mariastella Gelmini e il governo possono tirare un sospiro di sollievo. L'Aula di Montecitorio ha approvato la contestatissima riforma dell'università con 307 sì e 252 no. Il via libera è arrivato al termine di una giornata densa di tensione dentro e fuori la Camera. Mentre all'esterno si consumavano scontri tra polizia e studenti, a Montecitorio il Governo andava sotto due volte. La prima per un emendamento del finiano Fabio Granata sugli assegni di ricerca.

 

Il secondo su tre emendamenti identici di Fli, Api e Pd che prevedono la soppressione della "clausola di salvaguardia". Dalla norma è scomparsa così una sorta di "commissariamento" per il Ministero dell'Istruzione da parte del ministero dell'Economia nel caso in cui si fossero verificati o fossero in procinto di verificarsi scostamenti rispetto alle previsioni di spesa. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha contestato la decisione di "militarizzare" la Capitale.

 

"Questa tensione è per irresponsabilità del governo che ha perso la testa e la presa sui problemi del paese", ha aggiunto Bersani. "Non è pensabile è solidarizzare, come ha fatto la sinistra dai banchi parlamentari con gli atteggiamenti violenti che si sono registrati all'interno delle manifestazioni", ha replicato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha contestato "gli estremisti che hanno bloccato Roma e causato gravi incidenti".

 

Questi, ha continuato Fini, "non hanno reso un buon servizio alla stragrande maggioranza di studenti scesi in piazza con motivazioni non totalmente condivisibili, ma certamente animate da una positiva volontà di partecipazione e di miglioramento delle condizioni della nostra università". Il governatore della Puglia, Nichi Vendola, ha puntato il dito contro il ministro dell'Interno Roberto Maroni: "Roma è stata assediata da una vera e propria tenaglia militare".

 

"Ho il compito di gestire l'ordine pubblico e evitare incidenti e l'assalto ai luoghi sacri della democrazia, come avvenuto la scorsa settimana in Senato - ha replicato Maroni -. E mi pare che tutto sta avvenendo con grande responsabilità delle forze dell'ordine che hanno subito violenza e stanno gestendo una situazione molto complicata". Critico anche Pier Ferdinando Casini: "Chi protesta pacificamente non può Nessere liquidato con marchio del terrorista o dell'infame".

 

Sulle proteste si è espresso anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha liquidato le manifestazioni dicendo che "gli studenti veri stanno a casa a studiare, quelli in giro a protestare sono dei centri sociali e sono fuori corso". E quanto al ddl in discussione alla Camera ha spiegato che "in Parlamento è una buona riforma che favorisce gli studenti, i professori e più in generale tutto il mondo accademico e dunque deve passare se vogliamo finalmente ammodernare l'università".

 

"I gravi incidenti che hanno paralizzato la città di Roma non hanno certamente giovato alla vita democratica e a chi voleva manifestare pacificamente", ha sostenuto il presidente del Senato, Renato Schifani. "Gli attacchi alle forze dell'ordine - ha continuato il numero uno di Palazzo Madama - sono da condannare assieme ad ogni altra forma di violenza e di facile strumentalizzazione".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Mar.Sol.
    Mar.Sol.

    SIAMO ALL'APOTEEOSI DELL'ASSURDO!! UN' INCAPACE DI AVER UN PERCORSO DI STUDI REGOLARE, UNA PERSONAN CHE NON RIUSCENDO A DARE UN ESEME DI STATO PER SVOLGERE UN'ATTIVITA' DOVE DOVREBBE, LO EFFETTUA IN ALTRA SEDE IN CUI LA CORRETTEZZA, LA REGOLARITA', E LA LEGALITA' DEL CONSEGUIMENTO DEL SUDDETTO DIPLIMA DI STATO, SONO ALQUANTO INCERTE, O CERTE NEL LORO SENSO NEGATIVO, STA DECIDENDO IL PERCORSO ED IL FUTURO DELL'UNIVERSITA' ITALIANA!!! MEGLIO E PIU' AFFIDABILE SAREBBE FARSI OPERARE AL CUORE DA UN CANE RABBIOSO AFFAMATO!! I CONSEGUNTI DANNI SAREBBERO INFERIORI!! STIAMO DIVBENENDO LA VERGOGNA DEL MONDO OCCIDENTALE A CAUSA DI QUESTO GOVERNO, WIKILEAKS LO DIMOSTRA!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -