Usa pronti a vendere armi a Taiwan, scoppia caso diplomatico con la Cina

Usa pronti a vendere armi a Taiwan, scoppia caso diplomatico con la Cina

Usa pronti a vendere armi a Taiwan, scoppia caso diplomatico con la Cina

Scoppia un caso diplomatico tra Stati Uniti e Cina dopo la decisione della Casa Bianca di notificare al Congresso l'intenzione di vendere a Taiwan armamenti per oltre 6 miliardi di dollari, tra cui elicotteri Blackhawk e missili Patriot. Il vice-ministro degli esteri cinese He Yafei ha affermato venerdì sera che la decisione "avrà un grave impatto negativo" nei rapporti tra Pechino e Washington. La Cina minaccia la sospensione degli incontri militari con gli Usa.

 

Si confermano difficili i rapporti tra Repubblica popolare e Stati Uniti. Nelle ultime settimane, invece, le relazioni sono irrigidite in seguito alla vicenda Google, con Washington che ha puntato il dito contro la Cina accusandola di "pirateria informatica" dopo che il motore di ricerca aveva reso noto che hacker cinesi erano entrati nelle caselle postali di dissidenti cinesi. La Cina aveva respinto le accuse, ed un portavoce del ministero dell'Informatica aveva definito "senza fondamento" le affermazioni di Google.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -