Usa, salta l'accordo sul deficit. Obama attacca i repubblicani. "No a nuove tasse"

Usa, salta l'accordo sul deficit. Obama attacca i repubblicani. "No a nuove tasse"

Usa, salta l'accordo sul deficit. Obama attacca i repubblicani. "No a nuove tasse"

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, se la prende con i repubblicani sulla questione del deficit Usa. Dopo la bocciatura del Congresso americano sui tagli proposti dalla Casa Bianca, Obama se la prende affermando che "ancora troppi repubblicani non hanno voluto un compromesso, non hanno ascoltato le richieste presentate". La commissione che era stata composta per affrontare la vicenda, non è riuscita a trovare una quadra comune sui  tagli per 1.200 miliardi di dollari alle spese.

 

"Io ho proposto un piano da 3.000 miliardi di dollari, altre proposte bilanciate sono state avanzate"; ma evidentemente non hanno trovato sponde. Obama prova però a gettare acqua sul fuoco delle preoccupazioni: "Non siamo nella situazione della scorsa estate - assicura: non c'è alcun default imminente per gli Stati Uniti, ma in un modo o nell'altro taglieremo il deficit".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il capo della Casa Bianca si è poi scagliato contro i repubblicani: "Non consentirò alcun aumento delle tasse per la classe media il prossimo anno".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -