Veltroni: "In autunno tutti in piazza contro il governo"

Veltroni: "In autunno tutti in piazza contro il governo"

Veltroni: "In autunno tutti in piazza contro il governo"

"Non ci siamo, onorevole Berlusconi. Oggi siamo noi a dirlo, in autunno sara' una larga parte degli italiani. Quella che noi chiameremo a raccolta, per una azione di protesta e di proposta in tutto il Paese, che culminera' con una grande manifestazione nazionale". Lo ha annunciato Walter Veltroni parlando all'Assemblea nazionale del Partito democratico, in corso di svolgimento a Roma. Veltroni è tornato a chiedere a Romano Prodi di rimanere come presidente dell'Assemblea.

 

Nessuna illusione. Walter Veltroni mette in chiaro che il Pd non deve coltivare l'illusione della 'spallata' ma se il governo continuera' sulla strada imboccata in questo primo mese e mezzo non andra' lontano. "Se continueranno a governare come hanno cominciato a fare in questo primo mese, tra Alitalia, decreto su Retequattro, uscite della Lega sull'Europa, intercettazioni e Lodo Schifani, potremmo ritrovarci il traguardo piu' vicino di quanto non ci aspettiamo".

  

Appello a Prodi. Walter Veltroni torna a chiedere a Romano Prodi di restare presidente dell'assemblea del Pd. Il segretario dedica un breve passaggio alla questione e motiva la sua richiesta al Professore in quanto padre dell'Ulivo che e' stato l'embrione del Pd: "Proprio perche' e' dalla straordinaria esperienza dell'Ulivo che il Pd deriva la sua radice piu' profonda e piu' importante, torno a chiedere a Romano Prodi, davanti e insieme a tutti voi, di restare presidente di questa grande assemblea del popolo dei democratici".

 

D'Alema: uso potere di Berlusconi contrario alla democrazia. "Noi facciamo un'opposizione coerente con i nostri valori, e' Berlusconi che vuole tornare indietro ad un uso del potere incompatibile con i valori della democrazia". Lo ha detto Massimo D'Alema parlando a margine dell'assemblea del Pd. "Ci sono aspetti molto gravi, come il ritorno delle ostilita' verso i magistrati e l'introduzione di norme dettate da interessi personali. Quanto ai provvedimenti piu' delicati, quelli economici, sembrano discutibili nel complesso ma vanno esaminati in modo dettagliato", ha aggiunto D'Alema.

  

Parisi polemico sulla Direzione. Beppe Fioroni si scalda nel ribattere alle critiche di Arturo Parisi su come si sta procedendo nella elezione della direzione del Pd. "Ma quale golpe e golpe. Mi sembra che Parisi cerchi solo un pretesto per attaccare", dice Fioroni. L'intervento di Parisi ha aperto una polemica durante i lavori dell'Assemblea, in corso alla Nuova Fiera di Roma. L'ex-ministro della Difesa ha infatti chiesto che sia verificato il numero legale e di rinviare il voto sulla direzione, visto che a suo parere molti sono gli assenti tra i delegati che devono esprimere il nuovo organismo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -