Verdini si dimette da presidente del Credito fiorentino

Verdini si dimette da presidente del Credito fiorentino

Verdini si dimette da presidente del Credito fiorentino

Il coordinatore nazionale del Pdl, Denis Verdini, al centro della bufera sulla cosiddetta P3, si è dimesso: non dall'incarico politico, bensì da quello di presidente del Credito Cooperativo fiorentino. La notizia è contenuta in una lettera inviata dallo stesso Verdini venerdì scorso ai vertici dell'istituto di credito e di cui si è saputo pubblicamente solo lunedì mattina. Verdini risulta indagato per corruzione nell'inchiesta sull'eolico in Sardegna e per "associazione segreta" sulla P3.

 

Nella lettera Verdini nota che "in questi mesi si è abbattuta sulla mia persona e, indirettamente, sul Credito cooperativo fiorentino, una tempesta mediatica e giudiziaria di ampie proporzioni rese certamente più eclatanti dal ruolo politico che rivesto".

 

Verdini si dice "assolutamente certo di poter dimostrare, e lo farò nelle sedi opportune, la mia estraneità da ogni illecito che mi viene in questa fase addebitato. Tuttavia devo prendere atto che la rilevanza assunta dai fatti che mi vengono imputati - rilevanza che va bene al di là del merito stesso dei problemi - rischia di gettare un'ombra sulla banca".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -