Vescovi contro Berlusconi: comportamenti "tristi e vacui"

Vescovi contro Berlusconi: comportamenti "tristi e vacui"

Vescovi contro Berlusconi: comportamenti "tristi e vacui"

ROMA - " I comportamenti licenziosi e le relazioni improprie sono in se stessi negativi e producono un danno sociale a prescindere dalla loro notorietà. Ammorbano l'aria e appesantiscono il cammino comune". E' il duro attacco sferrato dal presidente della Conferenza episcopale, Angelo Bagnasco, nel corso dell'atteso consiglio permanente dei vescovi. Senza nominarlo esplicitamente, ha pronunciato forti parole contro il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

 

"Mortifica dover prendere atto di comportamenti non solo contrari al pubblico decoro ma intrinsecamente tristi e vacui", ha affermato il numero uno dei vescovi. "Non è la prima volta - ha aggiunto - che ci occorre di annotarlo: chiunque sceglie la militanza politica, deve essere consapevole della misura e della sobrietà, della disciplina e dell'onore che comporta, come anche la nostra Costituzione ricorda"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -