Via libera al ddl taglia-burocrazia

Via libera al ddl taglia-burocrazia

Via libera al ddl taglia-burocrazia

ROMA- Tutti i dipendenti pubblici appena assunti dovranno prestare giuramento sulla Costituzione, altrimenti saranno licenziati. E' quanto prevede il disegno di legge approvato giovedì dal Consiglio dei ministri sulla semplificazione amministrativa. Il disegno di legge, illustrato dal ministro Renato Brunetta, è composto da tre titoli e 35 articoli e contiene anche norme concordate con i ministri della Giustizia, degli Esteri, della Gioventù e della Semplificazione.

 

Nel testo sono previste anche sanzioni per mancata comunicazione delle assenze per malattia da parte della pubblica amministreazione al Dipartimento della funzione pubblica. Il provvedimento anti-burocrazia prevede anche la possibilità di effettuare il cambio di residenza senza recarsi fisicamente allo sportello, potendo connettersi su internet. Novità anche per la carta d'identità che sarà rilasciata a coloro che hanno compiuto i dieci anni anziché 15.

 

Nel ddl si parla di digitalizzazione del processo civile e penale e università digitale. Per le imprese, di ulteriore semplificazione della tenuta dei libri sociali e dell'iscrizione all'albo di quelle artigiane, nonché di maggiore flessibilità per accedere al fondo di sostegno per l'occupazione e l'imprenditoria giovanile. "In fondo, se volete, è acqua fresca. Ma dalla parte dei cittadini - ha detto Brunetta -. Da oggi diciamo stop alle molestie della pubblica amministrazione nei confronti dei cittadini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -