Vienna, Natascha Kampusch testimonia a favore della madre

Vienna, Natascha Kampusch testimonia a favore della madre

Natascha Kampusch, la ragazza austriaca segregata per otto anni in una casa da un squilibrato, Wolfgang Priklopil, prima di riuscire a fuggire nell'agosto del 2006, ha testimoniato nel tribunale civile a Graz a favore della madre, Brigitta Sirny, accusata da un giudice in pensione, Martin Wabl, di essere stata coinvolta nel rapimento della ragazza.

 

L'uomo è convinto che la bambina avesse subito abusi anche prima di essere rapita; una accusa, quest'ultima, che e' caduta con gli accertamenti effettuati dagli inquirenti. A testimoniare c'era anche il padre di Natascha, Ludwig Koch, che non ha escluso di avere conosciuto Priklopil.

 

Intanto il settimanale tedesco 'Bunte' ha reso noto che Natascha avrebbe acquistato la casa dove è stata tenuta prigioniera per otto anni, per evitare che venisse demolita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -