Vigilanza Rai, tuona Di Pietro: "Berlusconi compra il potere"

Vigilanza Rai, tuona Di Pietro: "Berlusconi compra il potere"

Vigilanza Rai, tuona Di Pietro: "Berlusconi compra il potere"

"Denuncio la persistenza in Italia di un grande corruttore politico che compra il potere, si chiama Silvio Berlusconi. La corruzione giudiziaria la verificheranno i magistrati, ma quella politica io la denuncio qui, oggi: prima ha tentato di corrompere me offrendomi un posto da ministro nel suo governo, poi Leoluca Orlando, senza riuscirci. E infine ha probabilmente corrotto Villari ". Lo ha sostenuto il presidente dell'Idv, Antonio Di Pietro, sul caso della Vigilanza Rai..

 

Lo ripeto e' un corruttore politico che compra potere ed e' bene che i cittadini si rendano conto di chi li governa", ha ribadito Di Pietro.

 

Veltroni scelga candidato, ma non sarà dell'Idv. L'Idv esce dalla commissione di Vigilanza Rai. Leoluca Orlando (per mesi candidato presidente dell'opposizione) e Francesco 'Pancho' Pardi lasciano l'organo parlamentare. Nel giorno in cui il Pd si rimette in marcia per individuare un nome alternativo al presidente in carica Riccardo Villari, che ieri ha garantito di essere pronto ad andarsene nel momento in cui la minoranza parlamentare concordera' una nuova candidatura, Antonio Di Pietro affida al leader Pd una delega.

 

"Villari convochi la Commissione". Se non ti dimetti da presidente della Vigilanza, convoca la commissione. E' questa, in sintesi, la seconda parte del ragionamento fatta oggi al senatore eletto presidente della Vigilanza nel corso della riunione alla Camera cui erano presenti il vicesegretario del Pd Dario Franceschini e i capigruppo di Camera e Senato. Da quello che raccontano i partecipanti, nel corso della riunione si e' innanzitutto ribadito a Villari di lasciare l'incarico per favorire una soluzione della vicenda. Dopo, pero', si e' presa in considerazione anche l'ipotesi che Villari possa tenere duro. In questo caso, l'intenzione emersa e' quella di mettere Villari di fronte alle sue responsabilita' in modo che possa emergere, in sostanza, che la situazione e' quella di un presidente di una Bicamerale di garanzia eletto dalla maggioranza e non dall'opposizione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Prima un'alternativa, poi mi dimetto". 'Dall'inizio di questa vicenda ho inteso far prevalere il rispetto dell'istituzione e garantirne la continuita' di funzionamento". Lo dichiara il presidente della Commissione di vigilanza Rai, Riccardo Villari, che prosegue: "nel riconfermare la mia disponibilita' a un passo indietro solo quando ci sara' un nome condiviso, e' mia ferma intenzione porre al primo posto la priorita' di ogni parlamentare, che e' quella di rispettare e garantire le istituzioni repubblicane''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -