Washington come l'Uganda: epidemia di malati di Aids

Washington come l'Uganda: epidemia di malati di Aids

Washington come l'Uganda: epidemia di malati di Aids

Sono cifre spaventose quelle che riguardano il rapporto tra Washington, capitale degli Stati Uniti, e il virus dell'Hiv. Secondo i dati del dipartimento di Sanità della capitale, infatti, c'è stata una vera e propria epidemia che porta Washington ad essere paragonata in termini di cifre ad alcune delle nazioni africane più colpite, tra cui l'Uganda.

 

Il tasso di diffusione dell'Aids nelle persone sopra i 12 anni, sostengono alcune fonti ufficiali, è stimato nel 3%. I più colpiti sono i neri (tasso di infezione al 6,5%), seguiti dagli ispanici (3%) e dai bianchi (2,6%), ma i dati sono da considerare sottostimati in quanto si pensa che molti (che non hanno effettuato il test) siano infettati senza saperlo. I più colpiti sono gli uomini tra i 40 e i 49 anni (7,2%) e dai 50 ai 59 (5,2%).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un allarme che preoccupa non poco gli statunitensi: "Credo - ha detto Raymond Martins, della clinica Whitman-Walker - che siamo di fronte ad un'impennata di questa gravità perché la nuova direzione della Sezione Aids di Washington ha fatto forti pressioni affinché tutti si sottoponessero al test".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -