Welfare, Prodi: ''Mi assumo completamente la responsabilità''

Welfare, Prodi: ''Mi assumo completamente la responsabilità''

“La decisione sul welfare l'abbiamo presa in piena coscienza e me ne assumo completamente la responsabilità”. Lo afferma il presidente del consiglio Romano Prodi in prossimità del voto di fiducia alla Camera del protocollo sul welfare. Intanto tra i partiti della sinistra cresce il malcontento. Tensioni soprattutto con Rifondazione comunista, che chiede di chiarire “qual è il progetto di legislatura e quali sono punti sui quali si intende mantenere gli impegni elettorali”.


Giordano (Prc) aspetta la verifica. ''Vi chiediamo formalmente, tutta la sinistra ve lo chiede, una verifica politico-programmatica. Il programma che abbiamo presentato agli elettori non esiste piu', e' pura archeologia industriale''. Lo afferma Franco Giordano esprimendo in aula alla Camera la dichiarazione di voto del Prc sul welfare.

Pecoraro (Verdi): scongelare il programma. ''A gennaio bisogna, non solo fare la verifica, ma scongelare il programma e attuarlo''. Il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ribadisce che la fiducia sul welfare e' ''una forzatura'' e auspica che il governo ''riesca a rimettere in carreggiata il programma con il quale il centrosinistra si era presentato alle elezioni. Il programma -insiste il leader dei Verdi- bisogna attuarlo, altrimenti tanto valeva votare per il centrodestra...''.


Diliberto (Pdci): verifica inutile. La verifica e' "inutile", secondo il segretario del Pdci, Oliviero Diliberto. Perche', argomenta, "e' un rito stantio, un palliativo inutile di fronte all'enormita' di quello che e' successo". E poi, prosegue, "abbiamo fatto tante riunioni, ci siamo visti alla Reggia di Caserta, ci siamo gia' trovati a sottoscrivere il dodecalogo, ma poi regolarmente la parte conservatrice della coalizione non ha rispettato quegli accordi".


Calderoli (Lega): Napolitano convochi Prodi. "Fino ad oggi il Presidente della Repubblica ha chiuso un occhio sulla precarieta' della maggioranza di governo, ma ora non puo' piu' chiudere anche l'altro, e neanche le orecchie, davanti alle pesantissime dichiarazioni del presidente Lamberto Dini, che proprio ieri ha costituito il suo gruppo in Senato, e che questa mattina intervenendo in una trasmissione televisiva ha dichiarato: 'Oggi in Senato il Governo non ha piu' una maggioranza politica'". Lo afferma il vice presidente leghista del Senato, Roberto Calderoli.

Villetti: serve Prodi bis. Roberto Villetti parla in aula a Montecitorio di un ''comportamento anomalo'' del governo sul ddl Welfare e pur annunciando la fiducia chiede senza mezzi termini ''un cambio di passo'', e poi ''un nuovo programma, un nuovo governo e un Prodi-bis''. ''E' stato fatto un grave errore: il governo avrebbe dovuto, e lo dico al ministro Damiano, fare un decreto che trasformasse subito in legge le intese raggiunte con le parti sociali a luglio. Cio' non e' avvenuto perche' c'e' stata la contrarieta' di ferrero'', incalza l'esponente della Rosa nel pugno.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -