Wikileaks, Assange: ''Onu spiato? Se Obama sapeva si deve dimettere''

Wikileaks, Assange: ''Onu spiato? Se Obama sapeva si deve dimettere''

Wikileaks, Assange: ''Onu spiato? Se Obama sapeva si deve dimettere''

LONDRA - Il fondatore di Wikileaks torna all'attacco. In un'intervista rilasciata all'edizione online de ‘El Pais' ha chiesto al presidente americano, Barack Obama, di dire se sapeva dell'ordine di spiare i vertici dell'Onu. "Se rifiuta di rispondere o ci sono prove del suo coinvolgimento, si deve dimettere", come anche Hillary Clinton", ha detto Assange. Il padre di Wikileaks ha anche aggiunto che il suo staff riceve "minacce di morte da personaggi vicini ai militari Usa".

 

"Ci sono precise richieste per il nostro assassinio, rapimento, esecuzione da parte dell'élite della società americana - ha aggiunto Assange -. Non è inusuale per noi ricevere minacce di morte e abbiamo imparato ad ignorare quelle degli estremisti".

 

Il fondatore di Wikileaks si è poi detto convinto che la geopolitica si dividerà in un prima e dopo "Cablegate", lo scandalo dei cablogrammi segreti. Assange ha lanciato il suo guanto di sfida all'autorità svedesi: "Ci batteremo contro la decisione della corte suprema svedese di negare il mio appello. Che ci sia qualcosa di 'sbagliato' nel caso è ormai ovvio a tutti". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -