Wikileaks, Julian Assange torna in libertà

Wikileaks, Julian Assange torna in libertà

Wikileaks, Julian Assange torna in libertà

LONDRA - Julian Assange è un uomo libero. Il giudice Duncan Ouseley ha rilasciato il fondatore di Wikileaks su cauzione. Una parte dei soldi è stata messa a disposizione dai registi Michael Moore, John Pilger e Ken Loach e da alcuni sostenitori. Ma l'hacker non aveva più accesso al suo conto e le carte di credito erano state bloccate. Il giudice ha anche stabilito che la Svezia paghi le spese legali per l'appello alla Royal Court of Justice e quelle del procuratore britannico.

 

L'11 gennaio si discuterà l'estradizione in Svezia. Assange si trasferirà nella casa di Vaughan Smith, l'ex inviato di guerra fondatore del Frontline Club dove ha già passato diverso tempo. Oltre a indossare un braccialetto elettronico, dovrà presentarsi ogni giorno alla polizia per firmare e poi restare bloccato nella magione del Suffolk dalle 22 alle 2 e dalle 10 alle 14. Ovviamente non avrà diritto al passaporto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -