Xiaobo dedica il Nobel per la Pace a Tienanmen

Xiaobo dedica il Nobel per la Pace a Tienanmen

Xiaobo dedica il Nobel per la Pace a Tienanmen

La moglie del dissidente cinese Liu Xiaobo, vincitore del Nobel per la Pace 2010, ha incontrato il marito, dandogli così la notizia dell'assegnazione del prestigioso premio. Lo ha reso noto il fratello più giovane del dissidente, che lo avrebbe a sua volta saputo dalla madre di Liu Xia, moglie del vincitore del Nobel. Il premio è stato dedicato ai martiri di piazza Tiananmen. L'incontro è avvenuto domenica pomeriggio nel locale nel carcere di Jinzhou, nel nord della Cina.

 

Il colloquio è stato breve e la donna è subito ripartita per Pechino. Liu Xiaobo, in prigione dalla fine del 2008, sta scontando una condanna a 11 anni di reclusione per "istigazione alla sovversione". Liu Xia era scomparsa dalla notte di venerdì, quando era stata vista lasciare la sua abitazione di Pechino accompagnata dal fratello minore Liu Hui e scortata da un drappello di poliziotti. Prima di partire, la donna aveva precisato che, pur essendo felice di poter incontrare il marito, lasciava la capitale contro la sua volontà.

 

Resta comunque fortissima la tensione in Cina. Decine di persone che volevano celebrare Liu sono state fermate dalla polizia. La stampa in cinese e la televisione di Stato continuano a ignorare la notizia dell'assegnazione del Nobel. Di Liu Xiaobo parlano solo il "Quotidiano del Popolo", organo del Partito comunista, nella sua edizione in inglese e il quotidiano "Global Times", anch'esso nella versione in inglese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -