La poesia: i versi di Vincenzo Monti

La poesia: i versi di Vincenzo Monti

Ecco un esempio altissimo della poesia del romagnolo Vincenzo Monti: qui si può ben capire la difficoltà di questi versi che si ispirano ai miti del passato e che sono rigorosamente enedcasillabi, come quelli del Petrarca.

 

Alta è la notte, ed in profonda calma

Dorme il mondo sepolto, e insiem con esso

Par la procella del mio cor sopita.

...

Oh vaghe stelle! E voi cadrete adunque,

E verrà tempo, che da voi l'Eterno

Ritiri il guardo, e tanti Soli estingua?

...

Oh rimembranze! Oh dolci istanti! Io dunque,

Dunque io per sempre v'ho perduti, e vivo?

E' questa la calma di pensier? Son questi

Gli addormentati affetti? Ahi, mi deluse

Della notte il silenzio, e della muta

Mesta Natura il tenebroso aspetto!

 

(VIII pensiero d'amore)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -