Australia Open: rissa tra serbi e bosniaci dopo Djokovic-Delic

Australia Open: rissa tra serbi e bosniaci dopo Djokovic-Delic

Due persone sono state arrestate e trenta espulse da Melbourne Park per gli incidenti scoppiati tra tifosi serbi e bosniaci al termine del match degli Australian Open che vedeva di fronte Novak Djokovic e Amer Delic. Il numero 3 del mondo, nativo di Belgrado, si e' imposto con il punteggio di 6-2, 4-6, 6-3, 7-6 (7-4) sul ventiseienne nato a Tuzla ma cittadino statunitense. I due tennisti si sono abbracciati alla fine della sfida, ma poco dopo, in un'area vicina al campo in cui era stato allestito un megaschermo, e' successo di tutto: sono volati oggetti e alcune persone sono venute alle mani. Una diciannovenne e' stata colpita alla testa da un seggiolino, mentre la polizia ha fermato due giovani.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' assurdo- ha detto Delic- si tratta solo di tennis, non ci puo' essere posto per queste cose. Novak ed io siamo amici e la partita e' stata correttissima".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -