Superbike, paura alla partenza per Savadori: schivato dal gruppo dopo caduta

"Fortunatamente non mi sono fatto niente visto che sono caduto in mezzo al gruppo", ha esclamato il campione del mondo in carica della Superstock 1000

Grosso spavento per Lorenzo Savadori in Gara 1 a Misano. Il cesenate dell'Aprilia è caduto dopo appena due curve dopo un contatto con la Ducati del team Barni di Xavi Fores, venendo schivato dagli altri piloti che seguivano mentre scivolava sull'asfalto. "Fortunatamente non mi sono fatto niente visto che sono caduto in mezzo al gruppo", ha esclamato il campione del mondo in carica della Superstock 1000. Savadori ha quindi ricostruito la dinamica dell'incidente: "A mio avviso Fores ha fatto un sorpasso impossibile e lo dimostrano i fatti, visto che ha dovuto raddrizzare mentre mi centrava, mentre altri due piloti, Chaz Davies e Leon Camier, sono dovuti andare larghi per evitarlo".

L'amarezza è notevole: "Avremmo potuto fare una bella gara, anche considerando i tempi dei primi cinque. Con i se e con i ma si fa fatica a ragionare ma potevamo divertirci, purtroppo è finita così". Domenica per Gara 2 incombe il rischio pioggia: "Speriamo che il tempo regga perché mi piacerebbe finire il lavoro iniziato sull’asciutto". Lo spagnolo della Ducati clienti non entra nel dettaglio dell'episodio: "Sono partito male e mi sono ritrovato all'interno del gruppone dove c'è stato un contatto con altri piloti, che mi ha fatto perdere diverse posizioni".

Bella rimonta, invece, per Alex De Angelis. Il sammarinese, che a Misano corre in casa, dopo i problemi di natura elettronica incontrati nella Superpole 1 che lo hanno costretto a partire dal fondo dello schieramento, ha chiuso la prima gara del weekend in dodicesima posizione recuperando ben tredici posizioni: "Questa non è di certo una posizione che mi soddisfa come non mi soddisfa del tutto la gara che ho fatto. Ma se analizziamo da dove siamo partiti, ovvero dal problema tecnico avuto in qualifica fino ai punti del dodicesimo posto, la questione cambia".

L'obiettivo di domenica è quello "di arrivare a prendere dei punti, però quello che ancora non mi piace molto è il passo gara. Dobbiamo cercare una soluzione per essere ancora più veloci, perché se anche  fossi stato più efficace di poco, tre o quattro decimi, magari non avrei perso il gruppo davanti a me. Con la squadra lavoreremo per cercare questi miglioramenti già dal warm up". De Angelis ha anche commentato la caduta del compagno di squadra: "Quello che è successo è un classico di Misano. Anche a me quando ero in MotoGP è successa una cosa simile, mi dispiace per lui".

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -