Calcio, la serie B diserta i calendari: "Hanno deciso che non dobbiamo esistere"

Calcio, la serie B diserta i calendari: "Hanno deciso che non dobbiamo esistere"

Calcio, la serie B diserta i calendari: "Hanno deciso che non dobbiamo esistere"

Fallisce l'accordo tra le società di Serie A e B per garantire la mutualità alle società del campionato cadetto e il ‘famoso' paracadute per chi retrocede. E allora la Serie B saluta e se ne va. La clamorosa decisione dei presidenti delle società di B è avvenuta alle 15, quando in massa tutti i massimi dirigenti hanno iniziato ad abbandonare lo Stadio Olimpico, disertando così la cerimonia di presentazione dei prossimi calendari di calcio, in programma alle 17.15.

 

Il vicepresidente di Lega, e presidente del Cagliari, Massimo Cellino, aveva proposto una mediazione tra i due campionati: la proposta mirava a garantire alla B circa 65 milioni di mutualità più il paracadute per le società retrocesse, stimato in 7.5 milioni di euro se la società retrocessa era in serie A da più di 3 anni, 5 milioni se da 2 e 2,5 milioni di euro alle neopromosse che ritornavano immediatamente nel campionato cadetto.

 

Ma le società di A hanno rifiutato l'ennesima proposta, appigliandosi al fatto che ancora non sono stati venduti i diritti televisivi. Decisione che ha fatto infuriare tutti i presidenti di B, che immediatamente hanno abbandonato lo stadio olimpico.

 

"Per noi non è una festa. Per l'ennesima volta hanno sancito che non dobbiamo esistere" hanno dichiarato uscendo alcuni presidenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -