Calcio scommesse, la linea dura dell'Uefa: squalifica a vita per corruzione

Calcio scommesse, la linea dura dell'Uefa: squalifica a vita per corruzione

Calcio scommesse, la linea dura dell'Uefa: squalifica a vita per corruzione

ROMA - Giro di vite contro il calcio scommesse. L'esecutivo Uefa, che si è riunito a Nyon, ha modificato i propri regolamenti per intensificare la lotta contro le gare truccate. "Abbiamo anche inserito l'obbligo per i giocatori e tutti i membri di club di denunciare qualsiasi tentativo di corruzione", ha affermato il segretario generale dell'Uefa, Gianni Infantino. Chi non lo farà, potrebbe rischia la squalifica a vita, come auspicato dal presidente dell'Uefa Michel Platini.

 

Nel nuovo regolamento è anche precisato che se un club è sanzionato al termine della competizione (o dopo una delle fasi) non si rigiocheranno le gare incriminate.  Se la corruzione per una gara di girone della Champions League si verificasse dopo tale  fase, il club colpevole verrebbe escluso e sostituito dalla formazione che lo segue in classifica nelle partite ad eliminazione diretta.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 L'Uefa ha inoltre deciso che dalla prossima stagione, i giocatori si faranno volutamente ammonire per saltare una gara ininfluente in modo da pulire la propria fedina saranno squalificati per due partite. Toccherà poi alle istanze disciplinari determinare i casi in cui un giocatore ha fatto "chiaramente apposta" per incorrere in una sanzione disciplinare.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -