Caso diffusori, mercoledì l'attesa sentenza della Fia

Caso diffusori, mercoledì l'attesa sentenza della Fia

Caso diffusori, mercoledì l'attesa sentenza della Fia

PARIGI - E' cominciata martedì mattina a Parigi l'udienza della corte d'appello della Fia, chiamata a pronunciarsi sui ricorsi presentati da Ferrari, Renault, Red Bull e Bmw Sauber contro BrawnGP, Williams e Toyota. L'organo collegiale della federazione internazionale di automobilismo metterà finalmente la parola fine sul caso legato ai diffusori utilizzati dalle tre scuderie, che secondo i team che hanno presentato il ricorso non sono conformi al regolamento tecnico.

 

Il verdetto è atteso per mercoledì. Qualora la corte accogliesse la richiesta presentata dall'"accusa", le squadre che usufruiscono del tanto discusso diffusore perderebbero tutti i punti conquistati a Melbourne e Sepang. Nel caso opposto, invece, i team dovranno mettersi al lavoro per recuperare il gap accumulato ad inizio stagione. All'appello della Fiat saranno presenti come ‘spettatori' Toro Rosso, Forse India e McLaren Mercedes.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ross Brawn, titolare dell'omonima scuderia è ottimista, dicendosi sorpreso qualora "la corte d'appello giudicasse su aspetti tecnici, tra l'altro così complessi. Non si può essere ottimisti al 100%, ma spero che il buon senso prevalga sulla loro parte". Secondo Brawn "alcune squadre saranno in grado di adeguarsi molto velocemente, mentre per altri sarà più difficile per questioni legate alla geometria delle loro sospensioni o altri componenti della macchina".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -