Cassano, Garrone non perdona: ''Ma è in buona fede''

Cassano, Garrone non perdona: ''Ma è in buona fede''

Cassano, Garrone non perdona: ''Ma è in buona fede''

MILANO - Nessun spiraglio di pace tra Riccardo Garrone e Antonio Cassano. Il presidente della Sampdoria ha riconosciuto la "buona fede" del calciatore poiché "negli scatti di ira capita di dire cose che non si pensano e soprattutto di non ricordarsi le cose che si dicono", ma "la sostanza della questione non cambia". Garrone rimpiange il giocatore: "Chi è che gioca come lui?". Il numero uno doriano attende la decisione del collegio arbitrale.

 

Cassano in una serie di interviste televisive ha evidenziato di non aver mai insultato il presidente blucerchiato, ma Garrone ha ribadito: ""L'hanno sentito tutti i colleghi, ma credo che lui sia in buona fede perché negli scatti di ira capita di dire cose che non si pensano e soprattutto di non ricordarsi le cose che si dicono".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -