Champions, Nedved guarda lontano: "Andiamo in finale"

Champions, Nedved guarda lontano: "Andiamo in finale"

Champions, Nedved guarda lontano: "Andiamo in finale"

Fu l'unica nota storta di quell'incredibile serata: la Juve batte il Real Madrid 3-1 e vola in finale a Manchester, ma Pavel Nedved piange in mezzo al campo consolato dai compagni. Non era un pianto di gioia, bensì di disperazione, perché il ceco, ammonito, fu costretto a saltare la finale di Champions League contro il Milan, poi vinta ai rigori dai rossoneri.

 

Un ricordo che Pavel Nedved porta ancora nel cuore, anche se ora è giunto il momento di cambiare pagina: "Non ho rimpianti per il passato, credo che sia destino che io abbia saltato la finale di Manchester. Io guardo la squadra, quella è importante. E non l'ho rigiocata mentalmente, magari l'ha giocata mio figlio ma alla Playstation. Non guardo indietro, lo farò quando smetterò".

 

L'animo da guerriero del ceco lo si vede anche da queste poche parole. Ed ora l'obiettivo principale è giungere in finale a Roma: "La Champions non ti permette di sbagliare nemmeno una partita. Per questo è bella. Niente errori, vogliamo arrivare alla finale, ed a maggio voglio esserci. Mi piacerebbe molto giocare quella partita".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono rimasto sorpreso - ha detto il centrocampista ceco - per come abbiamo giocato il girone. Erano due anni che non giocavamo ogni tre giorni, e avevamo tanti ragazzi giovani. Non abbiamo dimenticato come si faceva. Ma questo è solo il girone, dobbiamo continuare su questa strada"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -