Crisi economica, la Honda dice addio alla F1

Crisi economica, la Honda dice addio alla F1

Crisi economica, la Honda dice addio alla F1

La Honda ha ufficializzato la decisione di lasciare la F1. La decisione è stata annunciata ufficialmente a Tokyo dal numero uno di Honda Motors, Takeo Fukui. Si tratta di una scelta "presa alla luce del rapido deterioramento dell'industria dell'auto a livello globale, colpita prima dalla crisi dei mutui subprime e successivamente dalle turbolenze finanziarie". Il ritiro di Honda Motor dalla F1 porterà all'azienda un risparmio di circa milioni di euro.

 

"Lo scenario dell'auto a livello globale è peggiorato e rende la ripresa del settore difficile - ha aggiunto Fukui -. Per questo motivo utilizzeremo le risorse aziendali nel modo più efficace possibile. Tra qualche anno potremmo dire che abbiamo scelto la strada giusta" . La Honda era tornata nel ‘Circus' nel 2000, motorizzando il team Bar. Nel 2006 la nascita della Honda Racing, coronata con il successo di Jenson Button nel Gran Premio d'Ungheria in quello stesso anno.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MONTEZEMOLO - Il presidente dell'associazione dei team di F1, la Fota (Formula One Teams Association) Luca di Montezemolo, si augura di rivedere presto la scuderia nipponica nel Circus. "La Fota si augura che il patrimonio di esperienza e di conoscenze tecnologiche della squadra di Brackley non sia disperso e che la sfida sportiva possa essere ripresa al più presto", ha dichiarato Montezemolo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -