De Laurentiis scommette sul suo Napoli: "Tra le prime della classe"

De Laurentiis scommette sul suo Napoli: "Tra le prime della classe"

De Laurentiis scommette sul suo Napoli: "Tra le prime della classe"

Il Napoli fa sognare i suoi tifosi, ed in particolare il primo tifoso, il presidente Aurelio De Laurentiis che non vuole sentire ragioni, e sui suoi ragazzi scommette fin da subito: "Siamo da zona Uefa, tra le prime otto della serie A. Possiamo ripetere quanto di buono fatto l'anno passato", in cui i partenopei si sono classificati proprio all'ottavo posto, con annessa la partecipazione all'attuale Intertoto, che potrebbe consentire agli azzurri di qualificarsi in coppa Uefa.

 

Coppa Uefa alla quale De Laurentiis pensa già, viste le dichiarazioni di ieri in cui il presidente pensava già al sorteggio del secondo turno, convinto di superare l'ostacolo greco Panionios dopo la vittoria per 1-0 in trasferta.

 

Il presidente è intervenuto anche per parlare di mercato, argomento principe in questo scorcio di stagione: "I colpi grossi si fanno gli ultimi due giorni di mercato, ma non voglio parlare dei singoli. Ho avuto delusioni, troppe volte abbiamo avuto giocatori che si professavano napoletani e poi si è visto come è andata... Gente così è meglio perderla che trovarla. Noi abbiamo bisogno di una squadra, di un gruppo, non di singoli calciatori".

 

Un Napoli che vuole entrare tra le prime della classe, quindi, e De Laurentiis è convinto che si possa fare, nonostante il campionato di Serie A si faccia ogni anno sempre più equilibrato, senza squadre materasso. "La serie A sta tornando equilibrata come era una volta. Sono molto felice che siano state tolte le teste di serie perché l'anno scorso era stato commesso un errore, il prossimo campionato sarà più competitivo ed interessante".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La stoccata finale è dedicata al presidente Fifa, Joseph Blatter, che De Laurentiis definisce senza mezze misure un monarca. "Lasciamolo perdere, è un monarca di 72 anni e tutti sono sempre devoti ai monarchi. I calciatori sono liberi professionisti o no? Secondo me lo sono quindi facciamo tabula rasa e scriviamo regole nuove".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -