Dramma al Giro, Wouter Weylandt morto dopo caduta

Dramma al Giro, Wouter Weylandt morto dopo caduta

Dramma al Giro, Wouter Weylandt morto dopo caduta

RAPALLO - Dramma al Giro d'Italia. Il belga della Leopard-Trek, Wouter Weylandt, è morto dopo una drammatica caduta in un tratto in discesa ad una ventina di chilometri dal traguardo della terza tappa, da Reggio Emilia a Rapallo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, riportata dai telecronisti della Rai, il corridore, nell'uscire da un tornante, è finito all'esterno con il pedale sinistro contro il muretto, rovinando malamente sull'asfalto dopo un volo di circa 20 metri.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sull'asfalto sono visibili segni di frenata. Nella botta Weylandt ha subito perso conoscenza. I medici hanno praticato allo sfortunato corridore il massaggio cardiaco. Dopo quaranta minuti i sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Troppo gravi i traumi riportati alla base cranica e al volto. Sotto shock tutta la carovana rosa. Per la cronaca la tappa è stata poi vinta dallo spagnolo Angel Vicioso, ma gli organizzatori hanno deciso di annullare del tutto il cerimoniale di premiazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -