Ecclestone pro-Hitler, il 'patron' chiede scusa: "E' stato un malinteso"

Ecclestone pro-Hitler, il 'patron' chiede scusa: "E' stato un malinteso"

Ecclestone pro-Hitler, il 'patron' chiede scusa: "E' stato un malinteso"

Aveva apertamente elogiato Adolf Hitler in un'intervista al Times, al quale aveva dichiarato che il Fuhrer faceva 'funzionare le cose'. Ma adesso Bernie Ecclestone torna sui suoi passi, specialmente dopo il grande polverone che queste sue dichiarazioni hanno alzato in tutta Europa. "E' stato un grande malinteso" ha detto il boss della Formula Uno.

 

"Nell'intervista incriminata abbiamo parlato di strutture e di come a volte possa essere positivo prendere decisioni senza limitazioni di sorta - sostiene Bernie Ecclestone alla Bild - Mi è stato domandato se conoscessi un dittatore e io mi sono limitato a dire che prima dei suoi orribili crimini aveva agito con grande successo contro la crisi economica e la disoccupazione".

 

"Non ho assolutamente voluto ferire - ha concluso Ecclestone - i sentimenti di una comunità, anche perché molte persone che conosco sono di origine ebraica. Chi mi conosce bene sa che io non attacco mai le minoranze".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Martin
    Martin

    Non è stato un grande malinteso, ce l'abbiamo già uno così e lo sappiamo bene. La verità è che sei un grande S** ma lo sapevamo già.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -